06:08 24 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
Coronavirus: superati i 5 milioni casi nel mondo (21 maggio-22 giugno) (148)
0 14
Seguici su

Coloro che sono stati infettati dal coronavirus lo hanno diffuso più attivamente nei primi giorni della malattia – questo è quanto si evince dal briefing dell'epidemiologa e direttrice tecnica dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) per combattere il COVID-19, Maria Van Kerchove.

"Sulla base dei dati, pur molto limitati che abbiamo in questo momento a disposizione, possiamo dire che il massimo della carica virale contenuta nel corpo umano si sviluppa all’apparire dei primi sintomi, cioè all’inizio della malattia”, ha detto la nota virologa.

Secondo studi preliminari compiuti negli Stati Uniti e in Germania, i pazienti con sintomi lievi o moderati di COVID-19 sono contagiosi fino a 8-9 giorni dall'inizio della malattia. I decorsi più gravi rimangono infettivi per molto più tempo, ha osservato la Van Kerchove.

In precedenza, la dottoressa aveva affermato che i portatori asintomatici di coronavirus "molto raramente" diffondono il virus. Dopo le critiche ricevute da una parte della comunità medica internazionale, la virologa ha spiegato che tali casi esistono sì, ma sono estremamente rari su scala globale. Facendo riferimento agli studi di modellizzazione della malattia, l'epidemiologa ha dichiarato che la malattia in generale viene trasmessa nel circa 40% dei casi.

All'inizio di marzo l'OMS ha annunciato che l'epidemia di coronavirus ha assunto il rango ufficiale di pandemia globale. Secondo gli ultimi dati della stessa Organizzazione Mondiale della Sanità, il numero totale di infetti in tutto il mondo ha superato i sette milioni di persone. Più di 400 mila pazienti sono morti.

Tema:
Coronavirus: superati i 5 milioni casi nel mondo (21 maggio-22 giugno) (148)
Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook