12:07 21 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 11
Seguici su

Con l’ausilio dell’analisi del DNA e della banca dati genealogica la polizia svedese ha fermato un uomo sospetto di un duplice omicidio avvenuto a Linkoping 16 anni fa, che ha innescato tanto clamore nel paese. Lo ha reso noto oggi il pubblico ministero svedese.

Nell'ottobre 2004 un aggressore attaccò un bambino di otto anni, pugnalandolo con un coltello. Poco dopo il malvivente attaccò una donna di 56 anni incontrata per strada e fuggì. Sul luogo del delitto l’uomo aveva lasciato un coltello pieghevole e il suo cappello con tracce di DNA.

La commissione statale per le indagini sugli omicidi prese parte all’inchiesta, gli inquirenti si rivolsero anche ai consulenti dell'FBI per chiedere aiuto. I media svedesi hanno definito il duplice omicidio di Linkoping il più clamoroso del Paese dopo l'assassinio del primo ministro Olof Palme nel 1986.

“Nel corso del progetto pilota nelle indagini sono stati coinvolti esperti nel campo della genealogia con l’impiego di una banca dati genealogica. Martedì mattina il sospetto omicida è stato fermato con indizi sufficienti. Il suo caso è stato trasferito al pubblico ministero”, riferisce una nota del pm.

Nell'aprile del 2019 la polizia ha riferito che l'analisi del DNA trovato sulla scena del crimine ha permesso di identificare circa 30 sospetti e la seguente analisi ha ridotto a 26 il numero di persone considerate possibili colpevoli. Gli esperti in genealogia hanno aiutato la polizia a rintracciare i legami familiari dell'indagato e ad identificarlo.

Al momento è noto che il sospetto è un uomo di Linkoping dell'età di 37 anni. Secondo le previsioni, il tribunale prenderà una decisione sul suo arresto venerdì prossimo.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook