12:51 21 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 03
Seguici su

Il ministero degli Interni afghano ha confermato la morte dell’imam Ayaz Niazi in seguito ad un’esplosione in una moschea a Kabul.

Un’esplosione è avvenuta oggi in una moschea nella capitale afghana. Il ministro degli Interni di paese, Massoud Andarabi, ha rivelato i dettagli dell’episodio: un kamikaze si è fatto esplodere in una stanza di abluzione della moschea nel quartiere Wazir Akbar Khan intorno alle ore 19:25 (ora locale).

In precedenza l’agenzia di notizie Tolo News aveva riferito che tre persone sono state ferite, incluso l’imam. In seguito il portavoce del ministero degli Interni Tariq Aryan ha confermato il bilancio dell’attacco, osservando che i feriti sono stati trasferiti in ospedale.

Su Twitter sono state pubblicate le foto dal luogo in cui si è fatto saltare il kamikaze.

Nessun gruppo militante che opera nel paese ha rivendicato le responsabilità per l’esplosione.

Il movimento radicale Talebani ha condannato l'attacco e l'ha definito come "un grande reato".

Nonostante l’accordo di pace firmato a febbraio da Talebani e USA, in Afghanistan avvengono ancora offensive dei gruppi armati ed attentati con l’uso di kamikaze. L’accordo di pace tra le parti prevedeva il ritiro delle truppe straniere dall'Afghanistan in 14 mesi e l'avvio di un dialogo infra-afghano a marzo dopo l'intesa sullo scambio di prigionieri. Tuttavia, questo dialogo per ora risulta essere sospeso per via delle controversie reciproche sugli scambi di prigionieri.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook