02:47 11 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
La morte di George Floyd (82)
3121
Seguici su

In diverse occasioni gli agenti si sono messi in ginocchio assieme ai manifestanti per commemorare Floyd e le vittime afroamericane negli USA.

Al sesto giorno di scontri e rivolte, arrivano dagli Usa immagini di gesti di solidarietà tra polizia e manifestanti. In molte città gli agenti avrebbero dato la mano e si sarebbero inginocchiati assieme ai cittadini che pacificamente, ricordano George Floyd e gli afroamericani vittime di violenza delle forze dell'ordine. 

I manifestanti, che celebrano la memoria di Floyd con il rituale di mettersi in ginocchio, in alcuni casi avrebbero chiesto agli agenti di unirsi a loro in segno, in altri casi la polizia avrebbe solidarizzato spontaneamente. Immagini e video che ritraggono forze di polizia unite ai manifestanti pacifici giungono da diverse città degli USA. 

​In Michigan, lo sceriffo della contea di Genesee, Chris Swanson, si è unito alle proteste di Flint.

"Mi tolgo l'elmetto e metto per terra i manganelli - ha detto - Voglio che questa sia una parata, non una protesta. Partecipate tutti, la polizia vi ama". 

​Le proteste per la morte di George Floyd

Le proteste sono scoppiate a Minneapolis e in tantissime altre città degli Stati Uniti questa settimana, dopo che la morte di George Floyd durante il suo arresto è stata ripresa in un video.

Nel video Floyd, un afroamericano di 46 anni, è stato affrontato da quattro poliziotti e uno di loro si è inginocchiato sul collo per diversi minuti mentre Floyd si lamentava di non riuscire a respirare. 

Lo scorso 30 maggio l’avvocato della famiglia di George Floyd, ha annunciato che sul cadavere di Floyd sarebbe stata condotta un’autopsia indipendente, il cui referto ha dimostrato che la morte dell'uomo è avvenuta "per asfissia".

Tema:
La morte di George Floyd (82)
Tags:
Polizia, Proteste, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook