03:40 31 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 0 0
Seguici su

Le proteste per la morte di George Floyd hanno coinvolto anche Chicago, dove si sono verificate diverse sparatorie nei giorni scorsi.

Sedici persone sono rimaste uccise e almeno altre trenta sono state ferite nel corso di sparatorie veficatesi nella città di Chicago. A riferirlo è l'emittente americana NBC, citando fonti di polizia.

Il primo incidente fatale è stato registrato nella giornata di venerdì, mentre l'ultimo è avvenuto nel primo pomeriggio di domenica.

Secondo i media locali, una delle sparatorie ha coinvolto due uomini che si trovavano a bordo del proprio veicolo e che sono stati colpiti alla testa da due colpi di arma da fuoco.

Nei giorni scorsi anche Chicago, così come molte altre città degli Stati Uniti, è stata coinvolta dalle proteste per la morte di George Floyd.

La morte di George Floyd

Le proteste sono scoppiate a Minneapolis e in 17 altre città degli Stati Uniti questa settimana, dopo che la morte di George Floyd durante il suo arresto è stata ripresa in un video.

Nel video Floyd, un afroamericano di 46 anni, è stato affrontato da quattro poliziotti e uno di loro si è inginocchiato sul collo per diversi minuti mentre Floyd si lamentava di non riuscire a respirare.

Nelle scorse ore è stato pubblicato il risultato della prima autopsia sul corpo di Floyd, la quale ha escluso asfissia e strangolamento come cause della morte. Tuttavia la famiglia non ha accettato il referto medico e ha chiesto un esame indipendente. Il presidente Trump ha promesso di fare giustizia.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook