10:08 29 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 02
Seguici su

Lo scorso 8 aprile il governo saudita ha annunciato un cessate il fuoco unilaterale alla luce dell pandemia di SARS CoV-2.

Le forze di difesa anti-aerea della coalizione a guida saudita hanno reso noto di aver abbattuto due droni che stavano volando verso il territorio dell'Arabia Saudita.

I due velivoli senza pilota, secondo quanto riferito dal portavoce della coalizione, sarebbero stati lanciati dai ribelli yemeniti Houthi e avrebbero dovuto colpire diverse infrastrutture tra cui delle raffinerie petrolifere.

Tali affermazioni arrivano dopo che oggi gli Houthi hanno accusato Riyad di aver condotto 30 raid aerei nelle province yemenite di Marib, Saada e Hajjah, mentre altri 111 raid erano stati segnalati tra il 29 e il 30 maggio.

L'accaduto odierno arriva dopo che l'8 aprile il governo saudita ha annunciato un cessate il fuoco unilaterale dopo il richiamo delle Nazioni Unite alla luce della pandemia di Covid-19.

Lo Yemen è devastato da un conflitto tra il governo sostenuto dall'ONU e i ribelli sciiti Houthi dal 2015. Le parti hanno firmato un accordo di cessate il fuoco alla fine del 2018, che è fallito poco dopo.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook