14:00 08 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
0 04
Seguici su

Nello stato indiano del Kerala, un marito è accusato dalla polizia di aver ucciso la moglie introducendo nella sua camera da letto un cobra.

Una notizia reale che riporta alla memoria un vecchio romanzo di Arthur Conan Doyle, quello in cui Sherlock Holmes alla fine scopre che l’arma del delitto è un mastino (Il mastino di Baskerville). Questa volta lo strumento di morte, sostengono gli investigatori indiani, sarebbe stato un esemplare di cobra, introdotto furtivamente dall’assassino nella stanza della moglie.

Secondo la polizia locale infatti, un uomo di 27 anni, di nome Suraj, avrebbe ucciso la moglie, Utra, utilizzando un cobra. Subito dopo la morte della donna, l’uomo ha cercato di ottenere la proprietà della casa, facendo insospettire i genitori della defunta che hanno chiesto l’apertura dell’indagine.

Gli inquirenti, in poco meno di un mese, l’omicidio risale al 7 maggio, hanno scoperto che in precedenza (2 marzo) la signora aveva subito un incidente simile, allora con una vipera. Poco dopo essersi ripresa e tornata dall’ospedale, un nuovo attacco da serpente non poteva che sembrare sospetto.

Proseguendo le indagini, è venuto fuori che Suraj da tempo stava contattando proprietari di serpenti velenosi e stava prendendo informazioni sul comportamento dei rettili su internet.

Secondo le forze dell’ordine il movente sarebbe ancora più chiaro – l’uomo voleva divorziare ma temeva di perdere le sue proprietà.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook