11:02 21 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 419
Seguici su

Gli Stati Uniti potrebbero riprendere i test nucleari per rispondere alla presunta minaccia rappresentata da Russia e Cina.

L'amministrazione Trump starebbe soppesando la possibilità di condurre dei nuovi test nucleari per la prima volta dal 1992.

A riferirlo dalle proprie colonne è il quotidiano The Washington Post, citando degli esperti.

La discussione in merito a tale questione avrebbe avuto luogo il 15 maggio durante una riunione di funzionari di alto livello di diverse agenzie di sicurezza nazionale.

La mossa, si ritiene nell'amministrazione, potrebbe essere di grande utilità nelle negoziazioni su un accordo trilaterale con Russia e Cina per il controllo degli arsenali nucleari dei tre Paesi che vada a succedere al trattato New START, in scadenza nel febbraio 2021.

Secondo una delle fonti citate dal Washington Post, non sarebbe ancora stato trovato un accordo per la ripresa dei test, con un'altra che invece afferma che si sarebbe deciso di ricorrere a misure alternative per rispondere alla presunta "minaccia rappresentata da Russia e Cina".

Il Trattato sulla messa al bando parziale degli esperimenti nucleari

Nel 1963 a Mosca, URSS, USA e Regno Unito firmarono il Trattato sulla messa al bando parziale degli esperimenti nucleari.

Il documento da allora è stato ratificato da altri 123 Paesi, mentre nel 1974 è stato integrato da un divieto ai test nucleari sotterranei.

 

 

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook