13:48 31 Maggio 2020
Mondo
URL abbreviato
3170
Seguici su

Nei giorni scorsi Khamenei ha annunciato il proprio supporto a chiunque si fosse impegnato nella liberazione della Palestina.

La Guida Suprema dell'Iran, l'Ayatollah Ali Khamenei, ha definito il compito di liberare la Palestina un obbligo e un obiettivo dell'Islam.

"La lotta per liberare la Palestina è una Jihad nella via di Dio, ed è un obbligo e un obiettivo dell'Islam. La vittoria in questo sforzo è garantita", ha detto Khamenei in occasione della giornata internazionale dei Quds.

Il leader iraniano ha quindi attaccato "il regime Sionista", definito "una mortale formazione cancerosa e un qualcosa di "deleterio per la regione".

L'Ayatollah si è poi scagliato contro alcuni Paesi arabi, che "vanamente e futilmente" cercano di normalizzare le relazioni con Israele, agendo come dei "tirapiedi di Washington".

La giornata internazionale dei Quds, il nome arabo di Gerusalemme, viene festeggiata ogni anno l'ultimo venerdì del Ramadan a partire dal 1979, anno della Rivoluzione iraniana e il suo scopo è quello di esprimere solidarietà alla popolazione palestinese e controbattere a quella che è ritenuta da Teheran un'aggressione da parte di Israele.

In precedenza Khamenei, in seguito all'annuncio da parte di Israele di iniziare l'annessione della West Bank a partire da luglio, aveva dichiarato che il suo Paese avrebbe appoggiato lo sforzo di qualunque gruppo o nazione per liberare la Palestina.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook