13:11 31 Maggio 2020
Mondo
URL abbreviato
398
Seguici su

Il giornale Cumhuriyet riporta che una donna è stata arrestata nell'ambito dell'inchiesta sulla trasmissione della canzone partigiana italiana "Bella Ciao'' dai minareti delle moschee di Smirne (Izmir), città della Turchia occidentale.

In un comunicato della Procura Generale si afferma:

"durante l'indagine avviata dalla Procura repubblicana sull'accaduto, secondo le leggi turche per l'articolo 216/3 è stata accusata di "denigrazione pubblica dei valori religiosi'' Banu Ö, impiegata in una posizione direttiva in una società di consulenza".

Inoltre, secondo il giornale, nell'ambito della stessa indagine, un'altra persona è stata arrestata, ma successivamente è stata rimessa in libertà con obbligo di firma.

Gli abitanti della provincia di Smirne (Izmir), in Turchia occidentale, sono rimasti sbalorditi da un "invito alla preghiera" tutt'altro che scontato e tradizionale nella giornata di ieri, quando dai minareti di diverse moschee ha risuonato la canzone simbolo della Resistenza italiana "Bella Ciao". 

Tags:
Moschea, Società, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook