03:12 28 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
Coronavirus: superati i 5 milioni casi nel mondo (21 maggio-22 giugno) (148)
2110
Seguici su

Il consumo di animali selvatici è stato vietato a Wuhan a causa delle crescenti pressioni affinché il governo reprima il commercio illegale di animali selvatici.

La città cinese al centro della pandemia di coronavirus è nota per i suoi mercati di selvaggina dove trovare qualsiasi tipo di animale per consumo alimentare, accusati da molti di essere la fonte del virus che ha ucciso oltre 326.000 persone in tutto il mondo.

Ora, mangiare animali selvatici, così come cacciarli entro i limiti della città, è stato ufficialmente bandito e la città nella provincia cinese di Hubei si è dichiarata "santuario della fauna selvatica" mercoledì, ha riferito la CBS.

I funzionari della città hanno anche affermato che il governo locale avrebbe partecipato a un programma nazionale più ampio con nuovi controlli che prevede che gli animali esotici non possono essere allevati per essere mangiati.

La Cina in precedenza aveva già temporaneamente vietato la vendita di animali selvatici per consumo alimentare a causa del rischio di diffusione di malattie negli esseri umani, ma il commercio rimane in gran parte legale ai fini della ricerca e della medicina tradizionale.

Gli esperti in Cina hanno dichiarato a gennaio che il virus si era probabilmente è passato all'uomo dagli animali selvatici venduti per il cibo in un mercato di 11 milioni di abitanti della città di Wuhan. Il mercato all'ingrosso dei prodotti ittici di Huanan ha chiuso il 1° gennaio a seguito di una diffusione locale del virus e si ritiene che sia la fonte dell'epidemia globale.

Il mercato offriva la vendita di animali vivi come volpi, coccodrilli, cuccioli di lupo, serpenti, ratti, pavoni, istrici, koala e selvaggina.

L'opinione dell'OMS sui mercati di selvaggina

Tuttavia, l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) all'inizio di questo mese ha affermato che, sebbene il mercato di Wuhan abbia probabilmente avuto un ruolo nell'emergere del nuovo coronavirus, non ha raccomandato che questi mercati fossero chiusi a livello globale.

In una conferenza stampa, Peter Ben Embarek, esperto OMS in materia di sicurezza alimentare e malattie degli animali, ha affermato che i mercati di animali vivi sono fondamentali per fornire cibo e mezzi di sussistenza a milioni di persone in tutto il mondo e che le autorità dovrebbero concentrarsi su come migliorare le condizioni igieniche e di sicurezza piuttosto che bandirli.

Mentre ha avvertito che le proposte di Huanan lasciano spazio per continuare ad allevare animali esotici, purché non vengano inviati ai mercati alimentari, ha affermato che le autorità si stanno muovendo nella giusta direzione.

"Questa è la prima volta che il governo cinese ha deciso di farlo, che apre un precedente (per quando) è necessario eliminare gradualmente altre produzioni".
Tema:
Coronavirus: superati i 5 milioni casi nel mondo (21 maggio-22 giugno) (148)

Correlati:

Le autorità di Wuhan rivelano i dettagli dei casi recentemente scoperti di COVID-19
"Usa non sanno da dove provenga il coronavirus a Wuhan"
Virologi cinesi difendono la sicurezza del laboratorio di Wuhan
Tags:
Coronavirus, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook