07:47 10 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
0 15
Seguici su

La polizia francese ha arrestato Eric Drouet, il fondatore del movimento di protesta dei gilet gialli, sospettato di aver aggredito un minore, secondo quanto riferito da BFMTV.

Secondo l'articolo di BFMTV, l'attivista anti-Macron sarebbe intervenuto in una lite tra la sua fidanzata e suo figlio di 13 anni nella loro casa a Domont nel  dipartimento della Val-d'Oise: dalle parole si sarebbe poi passati alle mani.

Nel settembre 2019 Drouet era stato condannato al pagamento di una multa da 500 euro con la condizionale per aver portato un manganello di legno durante una manifestazione di protesta.

Drouet, uno dei leader del movimento di protesta dei gilet gialli, è stato arrestato due volte dalla polizia per l'organizzazione di 2 manifestazioni non autorizzate lo scorso gennaio. A marzo è stato condannato al pagamento di una multa di 2mila euro per l'organizzazione di queste manifestazioni, con 500 euro della sanzione pecuniaria sospesa. 

Le proteste su larga scala dei gilet gialli sono iniziate in Francia il 17 novembre 2018 per protestare contro l'aumento delle accise sul carburante. Insoddisfatti delle politiche sociali del governo, hanno continuato a scendere in piazza in tutto il Paese, nonostante le misure socio-economiche dell'esecutivo francese per calmare la situazione. Spesso le manifestazioni di protesta sono state accompagnate da scontri e violenze con la polizia e arresti.

In questi giorni a seguito dell'allentamento delle misure anti-Covid in Francia, i gilet gialli sono tornati in piazza per manifestare contro il governo.

Tags:
Bambini, Polizia, Società, gilet gialli, Francia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook