11:12 13 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
0 09
Seguici su

Sarà un governo unitario di emergenza che vede assieme i due rivali di sempre. Il commento di Gantz: "La peggiore crisi politica del Paese è finalmente terminata".

Domenica il parlamento israeliano, la Knesset con 76 voti a favore e 42 contro ha votato la fiducia al nuovo governo formato dal leader del Likud, Benjamian Netanyahu, e dal leader del partito Bianco Blu, l'ex Capo di Stato Maggiore dell'IDF Benny Gantz.

Dopo 18 mesi di crisi politica, durante la quale si sono susseguite inutilmente tre elezioni senza portare alla formazione di un esecutivo, quello nato oggi sarà un governo di emergenza nazionale con due premier a rotazione, in carica 18 mesi ciascuno, 36 ministri e 16 vice. 

"Abbiamo deciso di formare un governo di unità ed evitare una quarta elezione che avrebbe causato divisione e avrebbe sprecato 2 miliardi di nis (nuovo shekel israeliano)", ha detto Netanyahu." Il pubblico voleva un governo di unità e ne riceverà uno".

Netanyahu, inoltre, ha ricordato di aver lavorato bene quando Gantz comandava l'operazione Protection Edge e che è sicuro che lavoreranno di nuovo bene nel nuovo governo al servizio di tutti i cittadini di Israele. 

Tra le linee guida del nuovo governo, ci sarà l'impegno per l'annessione dei territorio della Giordania. 

"È giunto il momento di applicare la sovranità alle comunità ebraiche in Giudea e Samaria", ha detto. "Questo non allontanerà la pace, la avvicinerà. Questi insediamenti faranno parte di Israele in qualsiasi scenario."

Dal canto suo Benny Gants ha detto di preferire un governo di unità nazionale alla guerra civile, un governo che finalmente pone fine "alla peggiore crisi politica di sempre". Il nuovo esecutivo giurerà oggi.

Tags:
Benjamin Netanyahu, Israele
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook