01:14 28 Maggio 2020
Mondo
URL abbreviato
0 29
Seguici su

Il 13 maggio in Israele è stata approvata un'ordinanza relativa all'esportazione di cannabis a scopi terapeutici in Europa e in Canada.

Dopo aver legalizzato l'utilizzo della cannabis per scopi terapeutici nel 2019, lo stato d'Israele si appresta ad avviare la sua esportazione sul mercato internazionale per lo stesso fine.

L'ordinanza è stata siglata il 13 maggio dal ministro dell'Economia Eli Cohen, con le autorità che sono convinte che il settore possa fruttare diverse centinaia di milioni di dollari nel corso dei prossimi anni

"Si tratta di una tappa importante per gli esportatori dell'industria israeliana che permetterà contemporaneamente delle opportunità di esportazione e l'aumento dei posti di lavoro nel settore", ha spiegato il ministro.

L'esportazione di cannabis era già stata approvata nel gennaio 2019, ma prima per dare il via libero definitivo si attendeva che una commissione composta da funzionari dei ministeri dell'Economia e della Salute approvasse le procedure di etichettatura, alla redazione delle istruzioni e alla composizione dei dosaggi.

La produzione di cannabis in Israele

In Israele sono più di 10 coltivazioni e 5 industrie che si occupano della produzione di cannabis in conformità con le direttive del ministero della Salute.

Alcune imprese, ad oggi, hanno già concluso degli accordi per vendere la cannabis in Europa e in Canada una volta che le licenze saranno rese disponibili.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook