02:02 27 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 01
Seguici su

Da bambino il campione di Rosario destava spesso l'invidia degli altri compagni di giochi, spesso più grandi, i quali arrivavano addirittura a minacciarlo di morte.

Che Lionel Messi sia considerato uno dei migliori calciatori della storia non è un segreto. A quanto pare, il talento non è stato solo fonte di gioie e soddisfazioni nella vita del campione di Rosario.

Come rivelato dal cugino del campione del Barcellona a Olé, Maxi Biancucchi, da bambino Lionel si trovava spesso ad essere minacciato, specialmente da ragazzi più grandi con i quali si ritrovava a giocare:

"Nel quartiere giocava con noi, che eravamo più grandi e mi dicevano: 'Stupido, portalo via perché lo ammazziamo'. Volevano picchiarlo, ma lui ha sempre sopportato. Quando aveva 8 o 9 anni mi svegliavo sempre presto il sabato per vederlo giocare e fare cose impressionanti", ha spiegato Biancucchi.

Lionel Messi, a 32 anni compiuti, ha ottenuto il record di sei Palloni d'Oro e sei Scarpe d'oro nel corso della sua carriera.

Con il suo club, il Barcellona, ha conquistato per dieci volte La Liga, il massimo campionato spagnolo, alzando al cielo quattro UEFA Champions League, tre Coppe del Mondo per club e sei Coppe del Re.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook