10:46 21 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
3154
Seguici su

Il presidente venezuelano ha accusato Trump di aver ordito il colpo di stato in Venezuela e di aver organizzato un incontro tra Guaido e il capo dell'azienda privata che ha curato la preparazione per il fallito sbarco del 3 maggio.

In un discorso pubblico, tenuto sulla TV di stato venezuelana, Nicolas Maduro ha accusato l'autoproclamato presidente del Paese, Juan Guaido, di aver organizzato l'invasione navale e il colpo di Stato in Venezuela in un incontro tenutosi alla Casa Bianca nel mese di febbraio.

Secondo quanto riferito dal leader del Venezuela, a quella riunione, tenuta su ordine preciso di Donald Trup, avrebbe partecipato Jordan Goudreau della Silvercorp USA, l'agenzia di sicurezza privata coinvolta nel fallito sbarco del 3 maggio scorso:

"E' stato alla Casa Bianca, il 4 febbraio di quest'anno, il 2020, che Juan Guaidò ha incontrato Jordan Goudreau, capo della Silvercorp, su ordine di Donald Trump per organizzare il piano d'attacco", ha tuonato Maduro.

Maduro ha poi aggiunto che "sarebbe molto semplice verificare la presenza di Goudreau" alla Casa Bianca tra il 2019 e il 2020 e "la stanza in cui ha incontrato Guaido".

In precedenza Trump aveva negato ogni suo possibile coinvolgimento nell'operazione militare fallita in Venezuela dello scorso 3 maggio.

L'operazione Gedeon

La mattina del 3 maggio le forze armate di Caracas hanno individuato due lance a largo della costa di Macuto, nello stato di La Guaira, a 20 minuti da Caracas, con a bordo dei presunti mercenari che avrebbero pianificato un'infiltrazione nel territorio del Venezuela.

Le autorità venezuelane hanno reso noto che le forze armate governative hanno ingaggiato i mercenari in uno scontro che ha portato alla morte di otto persone e all'arresto di altre tredici, tra cui un agente della DEA.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook