22:46 04 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
0 20
Seguici su

La Guardia Civile spagnola ha fermato un uomo che presumibilmente aveva legami con il Daesh e pianificava un attacco terroristico a Barcellona.

Come riferito da un comunicato della Guardia Civile spagnola, il fermato, cittadino del Marocco, aveva un piano di compiere un attentato nel capoluogo catalano, ma agli inquirenti non è noto quale sarebbe stato il suo obiettivo.

Quattro anni fa sono comparse le prove della radicalizzazione e delle simpatie nei confronti dell’ISIS del detenuto. Tuttavia, fino a poco tempo fa, secondo le autorità spagnole, esso non costituiva una vera e propria minaccia per la sicurezza nazionale.

La radicalizzazione dell'arrestato è stata verificata anche durante dei controlli eseguiti nell'ambito delle misure di allerta sul territorio nazionale, connesse all'introduzione del regime speciale per via della diffusione del coronavirus.

Le forze dell’ordine suppongono, che il detenuto ha avviato le sue attività dopo numerosi appelli del Daesh alla mobilitazione dei suoi fedeli nei paesi occidentali. Nonostante lo stato di allerta, ha violato diverse volte la quarantena e si spostava per Barcellona senza uno scopo preciso. Si presume che il marocchino stesse cercando un obiettivo per condurre un ipotetico attentato.

All'operazione hanno partecipato anche la Direzione Generale per la Sorveglianza Territoriale del Marocco (DGST) e l’Ufficio Federale di Investigazione statunitense (FBI).

Ad aprile la polizia spagnola ha arrestato uno dei foreign fighter più ricercati, che si è rivelato l’uomo noto come il 'Daesh Rapper' Bary.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook