23:51 02 Giugno 2020
Mondo
URL abbreviato
6255
Seguici su

Un documento pubblicato dal Washington Post fa emergere nuovi, delicati dettagli sulla fallita operazione in Venezuela dello scorso 3 maggio

Nell'ottobre 2019 l'opposizione venezuelana siglò un contratto da 213 milioni di dollari con l'appaltatrice militare americana Silvercorp USA al fine di rovesciare il presidente legittimo Nicolas Maduro.

A rivelarlo è un documento pubblicato dal The Washington Post:

"Questi fondi saranno destinati all'acquisto di attrezzatura per la comunicaizone, per la pianificazione e per il viaggio. Il costo stimato del progetto è di 212.900.000.000 per 495 giorni, si legge nel documento.

Il testo è stato firmato da Sergio Vergara, un membro dell'opposizione di Caracas, e da Joradn Goudreau, il CEO di Silvercorp USA.

In precedenza i rappresentanti di Juan Guaido avevano negato qualsiasi connessione con il fallito tentativo di sbarco presso le coste venezuelane.

L'operazione Gedeon

La mattina del 3 maggio le forze armate di Caracas hanno individuato due lance a largo della costa di Macuto, nello stato di La Guaira, a 20 minuti da Caracas, con a bordo dei presunti mercenari che avrebbero pianificato un'infiltrazione nel territorio del Venezuela.

Le autorità venezuelane hanno reso noto che le forze armate governative hanno ingaggiato i mercenari in uno scontro che ha portato alla morte di otto persone e all'arresto di altre tredici, tra cui un agente della DEA.

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook