09:37 29 Maggio 2020
Mondo
URL abbreviato
142
Seguici su

La capitale del Paese, Tripoli, è stata colpita da un attacco che ha coinvolto anche la zona dove si trova la residenza dell'ambasciatore italiano nel Paese.

In seguito ad un attacco delle forze di Khalifa Haftar a Tripoli è stata colpita la zona in cui si trova la residenza dell'ambasciatore italiano in Libia, Giuseppe Buccino Grimaldi.

Almeno due persone sono rimaste uccise tra la popolazione civile, riferisce il Ministero degli Esteri italiano.

"Questi attacchi indiscriminati sono totalmente inaccettabili e denotano disprezzo per le norme del diritto internazionale e per la vita umana", si legge in una nota della Farnesina, che ha pubblicamente condannato l'accaduto.

Recentemente il Governo di Accordo Nazionale (GNA) ha rifiutato di sospendere le operazioni militari a seguito di una proposta dell'Esercito Nazionale Libico (LNA) sulla tregua umanitaria per il periodo del Ramadan.

La guerra in Libia

Dopo il rovesciamento e l'assassinio del leader libico Muammar Gheddafi nel 2011, la Libia ha praticamente smesso di funzionare come un singolo stato. Ora nel paese ci sono due governi: il parlamento eletto dal popolo si trova a est e a ovest, nella capitale Tripoli, il Governo di Accordo Nazionale, formato con il sostegno delle Nazioni Unite e dell'Unione europea.

Le autorità della parte orientale del paese operano indipendentemente da Tripoli e cooperano con l'esercito del maresciallo Khalifa Haftar.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook