10:06 29 Maggio 2020
Mondo
URL abbreviato
Il 75° anniversario della fine della Seconda Guerra Mondiale (69)
165
Seguici su

L'Assemblea parlamentare della CSTO (Organizzazione del trattato di sicurezza collettiva che comprende Russia e altre 5 nazioni ex URSS) ha invitato gli Stati membri del Consiglio d'Europa a contrastare la rinascita del nazismo a livello legislativo.

L'appello è pubblicato sul sito web dell’Assemblea Parlamentare dell’Organizzazione:

"Restando in debito con i caduti nella lotta contro il nazismo e le sue vittime, sulla base dei principi di protezione della verità storica e delle disposizioni degli atti giuridici internazionali adottati dopo la seconda guerra mondiale, facciamo appello ai parlamenti degli Stati membri del Consiglio d'Europa affinché adottino adeguate misure legislative"- è scritto nella dichiarazione.

L'Assemblea invita pertanto i parlamenti europei a contrastare il risveglio e la promozione del nazismo e delle sue manifestazioni nell'Europa moderna, a difendere la verità storica sulla seconda guerra mondiale, a sopprimere i tentativi di revisione dei suoi risultati, a non sminuire il ruolo decisivo dei popoli dell'Unione Sovietica nella Vittoria.

Si propone inoltre di adottare misure per prevenire scempi ed abusi sulle tombe dei partecipanti alla lotta contro il nazismo, la profanazione dei luoghi di sepoltura militari, il vandalismo contro i monumenti ai soldati-liberatori sovietici, la persecuzione dei veterani, il calpestio dell'onore di coloro che sono morti e sono stati torturati nei campi di concentramento.

Inoltre, gli Stati membri della CSTO fanno appello a fermare qualsiasi tentativo di giustificare i nazisti e i loro complici.

"Il nostro comune dovere è preservare la memoria della Grande Vittoria, che unisce tutte le nazioni che hanno trionfato insieme contro il nazismo, onorare la memoria di coloro senza i quali la Vittoria sarebbe stata impossibile, che hanno dato la vita in nome della libertà dei popoli, per il bene del nostro futuro. Il consolidamento dell'intera comunità internazionale è estremamente importante per un un’efficace contrasto al risveglio del nazismo ", afferma la dichiarazione che sofferma l’attenzione sul sacrificio compiuto dai popoli dell’ex Unione Sovietica.

"L'impresa compiuta in una guerra che ha causato la morte di oltre 27 milioni di figli e figlie dei nostri popoli rimarrà per sempre nella memoria delle generazioni. Più di 1 milione di nostri soldati hanno dato la vita, liberando i Paesi dell'Europa dall'asservimento nazista”.

Organizzazione del trattato di sicurezza collettiva

L’Organizzazione del trattato di sicurezza collettiva (CSTO) è un'alleanza difensiva creata il 15 maggio 1992 da sei nazioni appartenenti alla Comunità degli Stati Indipendenti – Russia, Bielorussia, Armenia, Kazakistan, Kirghizistan, Tagikistan.

L'organizzazione pur se fondata da Stati dell'ex Unione Sovietica è aperta all'adesione di altri Stati. L'organizzazione gode dello status di osservatore all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite e ha concluso con questa un accordo di cooperazione nel mantenimento della pace.

Tema:
Il 75° anniversario della fine della Seconda Guerra Mondiale (69)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook