02:04 31 Maggio 2020
Mondo
URL abbreviato
2374
Seguici su

Secondo i media tedeschi, in un'intervista concessa in occasione dell'uscita di una nuova biografia Joseph Ratzinger afferma convinto che vogliono “mettere a tacere” la sua voce e in aggiunta denuncia una "propaganda psicologica".

In un'intervista pubblicata oggi sui principali media tedeschi il Papa "dimissionario" Benedetto XVI, al secolo Joseph Ratzinger, ha smentito l'accusa secondo cui si metterebbe di mezzo con interventi nelle discussioni d'attualità pubbliche, riporta l'agenzia DPA.

"Il sospetto che io mi immischi con regolarità nei dibattiti pubblici è una distorsione maligna della realtà", sostiene il 93enne Joseph Ratzinger in una nuova intervista uscita oggi in Germania. 

Pretesto dell'intervista è l'uscita di una nuova biografia “Benedikt XVI.- Ein Leben” ("Benedetto XVI – Una vita la traduzione, ndr) scritta dal suo amico giornalista connazionale Peter Seewald, dove Ratzinger ha paragonato il "matrimonio omosessuale" e "l'aborto" al "potere spirituale dell’Anticristo".

Joseph Ratzinger sostiene che vogliono "mettere a tacere" la sua voce e in aggiunta denuncia una "propaganda psicologica" (Stimmungsmache).

"I veri motivi per cui vogliono silenziare la mia voce non voglio analizzarli", ha affermato Ratzinger riferendosi alle critiche piovutegli addosso dopo che nel 2018 una rivista tedesca pubblicò un suo saggio sul rapporto con l'ebraismo.

Lo scorso gennaio Ratzinger si era espresso in favore del celibato dei sacerdoti contro l'eventualità di autorizzare per loro il matrimonio, sostenendo che "il pastore deve pensare ai suoi fedeli". 

Tags:
Chiesa Cattolica, Società, Vaticano
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook