11:02 13 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
Arresto di Julian Assange (60)
0 34
Seguici su

E' stato rivelato che Assange non era in condizioni di apparire davanti al giudice e che il "prossimo richiamo" dovrebbe aver luogo il 1 ° giugno.

Sembra che il processo riguardante l'estradizione del fondatore di WikiLeaks, Julian Assange, non avverrà a breve.

Il corrispondente dell'AAP Marty Silk, che si è occupato del processo, ha riferito la notizia tramite un tweet il 4 maggio, affermando che l'udienza di estradizione è stata rinviata a settembre e apparentemente si terrà presso un'altra Corte con una migliore disponibilità e che potrebbe essere anche fuori Londra.

Silk ha anche osservato che Assange stesso era "troppo indisposto per apparire oggi", quindi il "prossimo richiamo" dovrebbe aver luogo il 1 ° giugno.

WikiLeaks ha poi confermato il rinvio dell'udienza di estradizione a settembre.

Il fondatore di Wikileaks è rimasto per sette anni rifugiato dentro l'ambasciata di Londra dell'Ecuador, da cui riceveva protezione. Lo scorso anno l'Ecuador ha negato la tutela ad Assange, che è stato preso in consegna dalle autorità inglesi, in attesa di un processo. 

La sua cattura ha scosso l'opinione pubblica, per cui l'arresto di Assange è un crimine contro la libertà di espressione e di stampa, nonché una violazione dei diritti umani. Sono numerose le manifestazioni a sostegno della liberazione di Julian Assange in tutto il mondo.

Tema:
Arresto di Julian Assange (60)

Correlati:

Julian Assange, al via il processo di estradizione per il fondatore di WikiLeaks
Avvocati di Assange chiedono libertà su cauzione per pandemia coronavirus
A Londra iniziata manifestazione a sostegno di Assange - Video
Tags:
Julian Assange
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook