09:07 29 Maggio 2020
Mondo
URL abbreviato
La pandemia del coronavirus: superati i 2 milioni di casi nel mondo (15 - 27 aprile) (119)
254
Seguici su

Lunedì, il primo ministro britannico Boris Johnson ha fatto la sua prima apparizione pubblica dopo essere stato dimesso dall’ospedale nel quale aveva passato una settimana, tra cui tre notti in terapia intensiva, dopo essere risultato positivo al COVID-19.

Nella sua prima dichiarazione pubblica dopo essersi ripreso dal COVID-19, il Primo Ministro britannico Boris Johnson ha ringraziato il popolo britannico per l'impegno a contenere il virus e ha chiesto pazienza e determinazione per sconfiggere la pandemia.

Johnson ha definito la pandemia COVID-19 come la più grande sfida che il paese ha dovuto affrontare dalla Seconda guerra mondiale, sottolineando di non sottovalutarla.

"È anche vero che stiamo facendo progressi con meno ricoveri ospedalieri, meno pazienti COVID-19. Vedo indizi reali sul fatto che stiamo attraversando il picco, grazie al... vostro buon senso, il vostro altruismo, il vostro spirito di comunità, grazie con la nostra risolutezza nazionale collettiva, siamo vicini raggiungimento della prima chiara missione, per evitare che il nostro servizio sanitario nazionale collassi... Ecco come e perché stiamo cambiando la situazione ", ha detto Johnson.

Questo è un momento rischioso poiché molte persone vedono il "successo apparente" e iniziano a chiedersi "ora è il momento di allentare le misure di allontanamento sociale", ha avvertito il primo ministro britannico.

Johnson ha affermato di comprendere quanto sia difficile rinunciare anche temporaneamente alle libertà di base, non vedere amici e persone care e non poter andare al lavoro.

Ora ci sono diverse divisioni nell'amministrazione Johnson su come e quando attenuare le restrizioni, lui tuttavia ha affermato che un allentamento prematuro delle restrizioni potrebbe portare a un disastroso "secondo picco" del virus che annullerebbe il lavoro svolto finora. Ha esortato le imprese, desiderose di riprendere a lavorare, di essere pazienti sebbene comprenda la loro frustrazione.

"Dobbiamo anche riconoscere il rischio di un secondo picco e lasciare che il tasso di riproduzione ricresca", ha detto Johnson. "Non solo questo porterebbe una nuova ondata di morte e malattia, ma sarebbe anche un disastro economico e saremmo costretti ancora una volta bloccare tutto il paese e l'intera economia e imporre nuovamente le restrizioni.
Tema:
La pandemia del coronavirus: superati i 2 milioni di casi nel mondo (15 - 27 aprile) (119)

Correlati:

Londra, Boris Johnson è stato dimesso dall'ospedale
Boris Johnson lascia terapia intensiva, ma potrebbe essere necessario un mese per riprendersi
Coronavirus, Boris Johnson ai medici: "Grazie per avermi salvato"
Tags:
Regno Unito, Boris Johnson
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook