09:49 26 Maggio 2020
Mondo
URL abbreviato
La pandemia del coronavirus: superati i 2 milioni di casi nel mondo (15 - 27 aprile) (119)
0 13
Seguici su

Mentre la Finlandia rimane la nazione scandinava meno colpita, con meno di 5.000 casi, la professoressa Mika Salminen ha affermato che fino alla metà della popolazione si infetterà a lungo termine, poiché è improbabile che sarà effettivamente possibile porre del tutto fine alla pandemia.

Il picco dell'epidemia di coronavirus è ancora alle porte, ha avvertito la professoressa Mika Salminen, direttrice dell'Istituto finlandese per la salute e il benessere (THL). Secondo Salminen, è improbabile in realtà porre fine alla pandemia.

"Stiamo cercando di ridurre il più possibile la gravità della malattia, ma è del tutto irrealistico pensare che potremmo in qualche modo liberare il mondo da questo coronavirus", ha detto Salminen all'emittente nazionale Yle. Ha anche sottolineato che anche secondo le stime più ottimistiche, un vaccino non sarà disponibile per almeno un anno e mezzo.

Secondo Salminen, il decorso lento della pandemia è una conseguenza diretta della politica di restrizioni della Finlandia, che ha incluso un blocco dell'area della capitale che dura da diverse settimane.

“Ora l'epidemia sta andando così lentamente che il picco di infezione è molto lontano. Di questo passo, non arriverà questa estate ma arriverà durante l'autunno. Questo è il lato negativo delle restrizioni”, ha detto Salminen al canale di notizie MTV. “Quando furono introdotte le restrizioni, non potevamo sapere con certezza come si sarebbe sviluppata l'epidemia. Ora potrebbe aver rallentato più di quanto avessimo immaginato ”, ha aggiunto.

Tuttavia, ha sottolineato che il vantaggio del rallentamento della diffusione è che l'assistenza sanitaria non ha subito un sovraccarico drammatico di pazienti. Con 4.576 casi confermati, 2.500 guarigioni e 190 decessi (età media 84 anni), la Finlandia rimane il paese scandinavo meno colpito.

Tuttavia, Salminen prevedeva una diffusione molto più ampia in futuro.

"Se parliamo di un periodo di tempo più lungo, come diversi anni, allora una parte più grande della popolazione sarà infettata dal virus", ha detto, avventurandosi sul fatto che questo potrebbe essere circa la metà dei 5,5 milioni di residenti della nazione.

La scorsa settimana, sei settimane dopo aver dichiarato lo stato di emergenza, il primo ministro finlandese Sanna Marin ha dichiarato che il governo stava pianificando di rivalutare le sue misure di coronavirus e ha preso in considerazione l'idea di adottare una strategia ibrida.

Salminen ha esortato le persone a sottoporsi al test per COVID-19 anche se hanno solo sintomi lievi. Secondo Salminen, questo fa parte di una nuova strategia attraverso la quale le autorità mirano ad aumentare significativamente i test e le tracce di coloro che potrebbero essere stati esposti al virus.

Finora, quasi 75.000 persone sono state testate in Finlandia. In relazione alla popolazione finlandese, si tratta di un'incidenza di 79 casi per 100.000 persone. Nella sua rinnovata enfasi sui test, la Finlandia ha seguito le raccomandazioni del direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), Tedros Adhanom Ghebreyesus, che ha invitato i paesi a "isolare, testare, trattare e rintracciare" al fine di "sopprimere e controllare l'epidemia".

In tutto il mondo, i malati di COVID-19 sono circa 3 milioni, con oltre 850.000 guarigioni e oltre 200.000 morti.

Tema:
La pandemia del coronavirus: superati i 2 milioni di casi nel mondo (15 - 27 aprile) (119)

Correlati:

Finlandia: Grilli surgelati a 100 euro il kg, aziende produttrici falliscono... strano
Finlandia accetta fino a 175 migranti dai campi del Mediterraneo - Ministero degli Interni
Finlandia prenderà parte a esercitazioni NATO in Norvegia a marzo - ministero della Difesa
Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook