23:51 02 Giugno 2020
Mondo
URL abbreviato
La pandemia del coronavirus: superati i 2 milioni di casi nel mondo (15 - 27 aprile) (119)
5331
Seguici su

Durante una telefonata con il premier italiano Giuseppe Conte, Rouhani si è scagliato contro le sanzioni Usa sull'Iran, mantenute in vigore in un momento in cui il Paese lotta con la pandemia di coronavirus, ritenute un crimine "contro tutti i principi umani".

"Ci aspettiamo che i paesi europei, in particolare l'Italia, adottino le misure necessarie contro tale violazione delle normative in condizioni così difficili", ha detto lunedì il presidente dell'Iran Hassan Rouhani, al telefono con il primo ministro italiano, Giuseppe Conte, parlando dell'opposizione di Washington a un prestito del FMI all'Iran, per via dell'embargo.

Secondo il capo di stato iraniano, gli stati non potranno superare questo momento di crisi da soli, ma "possiamo imbrigliare il virus con l'aiuto reciproco, condividendo le nostre esperienze".

"In queste difficili circostanze, la pressione degli Stati Uniti sul popolo iraniano è stata più disumana che mai, e la sua continuazione è un crimine brutale contro una grande nazione e contro tutti i principi umani e le leggi internazionali", ha aggiunto Rouhani, secondo quanto riporta il sito ufficiale del presidente della Repubblica Islamica.

Rouhani ha ribadito l'importante ruolo dell'Italia di interlocuzione con l'Iran e "nella nostra politica estera e spero che inviti l'Unione europea a rispettare pienamente l'accordo sul nucleare", ha aggiunto.

Il premier italiano, da parte sua, ha espresso la sua solidarietà al governo e al popolo iraliano per le morti per coronavirus.

"Il popolo italiano comprende bene le vostre difficoltà, perché siamo entrambi coinvolti in un problema comune e accogliamo con favore lo scambio di esperienze comuni tra i due paesi contro il coronavirus ", ha replicato Conte. 

Inoltre "siamo pronti a collaborare con l'Iran per il PACG e rafforzare il meccanismo finanziario dell'UE e la seria partecipazione dei paesi in questo campo - ha dichiarato - Stiamo anche cercando di collaborare con i paesi europei e gli stati membri del G7 e del G20 per intraprendere azioni efficaci".

"Ogni opportunità - ha concluso Conte - dovrebbe essere usata per risolvere i problemi e garantire la sicurezza nella regione".

Tema:
La pandemia del coronavirus: superati i 2 milioni di casi nel mondo (15 - 27 aprile) (119)
Tags:
Embargo, Coronavirus, Hassan Rouhani, Giuseppe Conte, Iran, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook