13:47 21 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 216
Seguici su

Questo non è il primo caso di vandalismo contro una fossa comune. L'amministrazione della città ha condannato fermamente l'atto di vandalismo.

Nella città bulgara di Dobrich dei vandali hanno profanato la fossa comune dell'esercito sovietico. I vandali hanno versato vernice rosa e bianca sul monumento, che nella città è noto come Alyosha.

L'amministrazione di Dobrich ha condannato fermamente l'atto di vandalismo e ha dichiarato inaccettabile l'incidente.

“Negli ultimi anni, i monumenti e le targhe di Dobrich sono state vittime di vandalismo. Questo atto è estremamente inaccettabile, dal momento che qualsiasi monumento non è solo un luogo della nostra memoria storica collettiva, ma anche spesso singole memorie di qualsiasi contemporaneo. Tali manifestazioni sono un'espressione non solo di aggressione. Esprimono anche un basso livello di autostima personale, poiché il vandalismo non mostra una posizione, ma una sua mancanza", ha affermato l'amministrazione della città in una dichiarazione ieri.

Hanno anche aggiunto che si prenderanno cura di ripulire e ripristinare il monumento.

Questo non è il primo caso di vandalismo contro una fossa comune. L'8 aprile, i vandali hanno imbrattato un monumento con iscrizioni offensive: "Morte all'occupante", "Morte agli Alesha".

Quindi anche il ministero degli Esteri bulgaro ha condannato l'atto di vandalismo. “Prevediamo che le autorità competenti troveranno i responsabili di questo atto e che saranno denunciati. La posizione fondamentale del ministero degli Esteri è quella di condannare la profanazione dei monumenti, indipendentemente dal motivo. Tali azioni sono inaccettabili e non corrispondono ai valori democratici che il Paese sostiene”, ha affermato il ministero il 9 aprile.

Il monumento fu eretto nel 1949 come segno di gratitudine per l'Armata Rossa per il suo ruolo decisivo nella vittoria sul nazismo.

Correlati:

Vicepresidente Parlamento bulgaro: deputati e rom gli unici a non rispettare la quarantena
Eurodeputato bulgaro: i campi rom possono diventare focolai di diffusione del Coronavirus
Bulgaria: arrivano i droni per misurare la febbre nei quartieri rom – Video
Tags:
Bulgaria
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook