10:08 29 Maggio 2020
Mondo
URL abbreviato
La pandemia del coronavirus: superati i 2 milioni di casi nel mondo (15 - 27 aprile) (119)
0 22
Seguici su

Sembrerebbe molto contro intuitivo, eppure il direttore generale dell'agenzia di soccorso internazionale svedese, Carin Jämtin, ha spiegato che è perfettamente logico, anzi necessario.

A causa della crisi globale del coronavirus, l'Agenzia Svedese di Cooperazione allo Sviluppo Internazionale (Swedish International Development Cooperation Agency - SIDA) ha annunciato l'intenzione di investire 20 milioni di corone svedesi (1,84 milioni di Euro) per migliorare l'accesso ai prodotti di contraccezione e aborto in Africa.

Il direttore generale della SIDA, Carin Jämtin, ex segretario del Partito socialdemocratico ed ex Ministro dello sviluppo e della cooperazione, ha avvertito di un "forte aumento dell'HIV, gravidanze indesiderate, aborti non sicuri e aumento della mortalità materna" nel contesto della pandemia di coronavirus.

Secondo il responsabile della SIDA, le frontiere chiuse e l'attenzione alla lotta contro il Covid-19 starebbero portando a trascurare altri importanti questioni di salute e la disponibilità di contraccettivi e prodotti per l'aborto starebbe diminuendo.

Il supporto extra sarà quindi fornito all'organizzazione DKT International (organizzazione no profit che promuove la pianificazione familiare e la prevenzione dell'HIV attraverso il social marketing) e sarà speso per reintegrare lo stock di preservativi, altri contraccettivi, e kit per aborti.

Un totale di 6 paesi riceveranno assistenza: la Repubblica Democratica del Congo, l'Etiopia, il Kenya, il Mozambico, la Tanzania e l'Uganda. Questo passaggio è stato descritto come "riempire il mercato che esiste già e che probabilmente crescerà nel prossimo futuro".

Congo, Uganda e Mozambico hanno un tasso di fertilità totale di 5,77, 5,54 e 4,97 bambini per donna. In Svezia, la cifra corrispondente è 1,87 (in Italia addirittura 1,34 secondo i dati del 2017 – Russia 1,76).

“Il nostro programma è particolarmente importante per le donne e le ragazze vulnerabili nella regione. Dobbiamo affrontare rapidamente gli effetti del COVID-19 per salvaguardare i loro diritti umani, in modo che possano decidere da sole, quando e con chi avranno figli”, ha affermato Carin Jämtin nel comunicato stampa.

La SIDA è l'agenzia governativa del ministero degli Esteri svedese responsabile della gestione della maggior parte dell'assistenza fornita dalla Svezia ai paesi in via di sviluppo al fine dichiarato di alleviare la povertà e promuovere i diritti umani. Il budget di SIDA per il 2020 ammonta a 43,8 miliardi di corone svedesi (circa 4 miliardi di Euro). Secondo la stessa organizzazione, la SIDA avrebbe contribuito a prevenire 1,2 milioni di gravidanze indesiderate e 1,6 milioni di aborti non sicuri in Africa nel solo 2019.

Tema:
La pandemia del coronavirus: superati i 2 milioni di casi nel mondo (15 - 27 aprile) (119)
Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook