22:56 04 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
5122
Seguici su

La Cina è un paese firmatario del Trattato sulla messa al bando totale degli esperimenti nucleari (CTBT) che è stato firmato nel 1996, ma che non è mai entrato in vigore perché otto nazioni non hanno ancora ratificato il documento, tra cui Cina e Stati Uniti.

Pechino potrebbe aver condotto segretamente test nucleari sotterranei di bassa intensità nonostante il suo impegno a rispettare l’accordo internazionale che vieta tali esplosioni, ha dichiarato il Wall Street Journal citando un rapporto del Dipartimento di Stato ancora da pubblicare.

Sebbene il documento non fornisca alcuna prova concreta, si riferisce a una serie di attività indicate nel rapporto che afferma che la Cina potrebbe non rispettare il Trattato sulla messa al bando totale degli esperimenti nucleari (CTBT).

“La presunta preparazione della Cina a far funzionare tutto l'anno il suo sito di test Lop Nur, l'uso di camere di contenimento esplosive, ampie attività di scavo a Lop Nur e una mancanza di trasparenza sulle sue attività di test nucleari […] sollevano preoccupazioni riguardo alla sua aderenza al CTBT", ha affermato il rapporto.

Il Wall Street Journal ha citato una portavoce dell’Organizzazione a sostegno del trattato di bando complessivo dei test nucleari (CTBTO), che verifica il rispetto del patto, affermando che non vi sono state interruzioni nelle trasmissioni di dati dalle cinque stazioni di sensori cinesi da settembre 2019.

Il giornale ha anche citato un alto funzionario americano senza nome affermando che le sospette attività di test nucleari della Cina provengono dal tentativo del presidente Donald Trump di inserire la Cina nei colloqui tra Stati Uniti e Russia su un accordo sul controllo degli armamenti che potrebbe sostituire il nuovo Trattato strategico di riduzione delle armi del 2010 (New START) che scade nel febbraio 2021.

"Il ritmo e il modo in cui il governo cinese sta modernizzando le sue scorte (di armi nucleari) è preoccupante, destabilizzante e illustra perché la Cina dovrebbe essere portata nel quadro globale del controllo degli armamenti", ha affermato il funzionario.

L'ambasciata cinese a Washington non ha ancora commentato il rapporto del Dipartimento di Stato.

Il CTBT è stato firmato nel 1996 ma non è mai entrato in vigore perché otto paesi, tra cui Cina e Stati Uniti, non hanno ratificato il documento anche se sia Pechino che Washington hanno ripetutamente segnalato la propria disponibilità a rispettare i termini del trattato.

Correlati:

Pentagono: Cina verso raddoppio arsenale nucleare entro prossimi 10 anni
Larghe intese tra Cina e Francia: siglati accordi per 15 mld di dollari, c'è anche il nucleare
La Cina è già pronta per la fusione nucleare?
Tags:
nucleare
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook