09:53 10 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
La pandemia del coronavirus: contagi mondiali si avvicinano a 2 milioni (10-15 aprile) (58)
0 0 0
Seguici su

Giovedì, Downing Street ha annunciato che Johnson aveva lasciato l'unità di terapia intensiva. Sta ricevendo ossigeno ma non ha richiesto l'uso di un ventilatore polmonare.

Il primo ministro britannico Boris Johnson, che è in cura per la malattia respiratoria COVID-19, molto probabilmente tornerà a lavorare tra un mese, scrive il Times con riferimento a fonti governative.

Boris Johnson ha trascorso tre notti nel reparto di terapia intensiva presso l'Ospedale St. Thomas di Londra, quando i suoi sintomi COVID-19 sono peggiorati, dopo che gli era stata diagnosticata inizialmente la nuova malattia respiratoria del coronavirus due settimane fa.

Numerose testate citando Downing Street ritengono che il suo recupero richiederà almeno un mese e che persino dopodiché il ritorno alle funzioni dovrà essere graduale, poiché i pazienti COVID-19 che richiedono cure in terapia intensiva di solito hanno bisogno di tempo per riprendersi.

Boris Johnson è stato ricoverato per la prima volta all'ospedale di St. Thomas domenica sera e trasferito in terapia intensiva il 6 aprile, quando i suoi sintomi, tra cui una tosse persistente e la febbre, sono peggiorati.

In un tweet di lunedì Johnson ha dichiarato di "essere in contatto con il team mentre lavoriamo insieme per combattere questo virus e proteggere tutti", ringraziando "il personale geniale del NHS" per essersi preso cura di lui e degli altri pazienti.

Johnson ha trascorso tre notti in terapia intensiva, con i media britannici che riferivano che stava rispondendo al trattamento con ossigeno standard ma che non richiedeva ventilazione artificiale.

Secondo The Sun, Downing Street ha riconosciuto che Boris Johnson sarebbe rimasto senza lavoro per settimane e persino mesi se questo fosse stato consigliato dai suoi medici.

​Gli esperti medici citati dalla testata hanno ammesso che i pazienti gravemente malati avranno generalmente bisogno di una settimana di recupero per ogni giorno trascorso in terapia intensiva.

Per quanto riguarda la data in cui Boris Johnson potrebbe riprendere l'incarico, il portavoce ufficiale ha dichiarato:

"Il Primo Ministro seguirà assolutamente i consigli del suo team medico".

Al momento il segretario agli Esteri Dominic Raab ha preso le veci di Boris Johnson, presiedendo le riunioni del gabinetto e supervisionato la lotta del paese contro il coronavirus COVID-19, con il Primo Ministro ancora responsabile del governo e impartendo istruzioni quando necessario, secondo una dichiarazione del gabinetto.

Nel frattempo, il Regno Unito ha riferito di oltre 65.800 casi di COVID-19 e il bilancio delle vittime nel paese è arrivato a 7.900, secondo i dati della Johns Hopkins University, con 359 guariti dalla malattia.

Tema:
La pandemia del coronavirus: contagi mondiali si avvicinano a 2 milioni (10-15 aprile) (58)

Correlati:

Boris Johnson non si trova in ventilazione artificiale - Ministro
Boris Johnson in ospedale con persistenti sintomi di coronavirus
Boris Johnson uscito dalla terapia intensiva - ufficio del primo ministro
Tags:
Boris Johnson
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook