16:28 01 Giugno 2020
Mondo
URL abbreviato
1121
Seguici su

L’Esercito Nazionale Libico (LNA), guidato dal maresciallo Khalifa Haftar, ha dichiarato oggi di aver abbattuto tre aeromobili a pilotaggio remoto delle forze leali al Governo dell’Accordo Nazionale (GNA). Lo rende noto il portale Afrigatenews.

Il primo drone è stato abbattuto dalla difesa antiaerea dell’LNA nella zona di al-Washka, ad ovest da Sirte, nella notte tra sabato e domenica. Secondo le forze di Haftar, il velivolo è decollato dall’aeroporto di Misurata per attaccare le posizioni dell’Esercito. Altri due droni sono stati abbattuti vicino a Misurata.

Come riferito da Afrigatenews, tutti i velivoli distrutti appartenevano alle forze Al-Wefaq, leali al governo di Tripoli, ed erano prodotti in Turchia.

Le forze del maresciallo Haftar hanno dichiarato che si tratta di un drone da ricognizione e due droni d’attacco Bayraktar TB2.

Guerra in Libia

Dopo il rovesciamento e l'assassinio del leader libico Muammar Gheddafi nel 2011, la Libia ha perso la propria unità statale. 

Oggi lo stato nordafricano è sostanzialmente spaccato in due: il parlamento eletto ad est, in Cirenaica, supportato dal maresciallo Haftar, e il governo riconosciuto dall'Onu di al-Sarraj a Tripoli, nella parte occidentale del Paese.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook