08:42 27 Maggio 2020
Mondo
URL abbreviato
La diffusione del coronavirus in Italia (26 marzo - 3 aprile) (101)
242
Seguici su

Oggi alle 12 i sindaci italiani, con indosso la fascia tricolore, saranno davanti ai municipi in silenzio con le bandiere a mezz'asta in segno di lutto per tutte le vittime del coronavirus.

Oggi alle 12 l'Italia si ferma per rendere omaggio a tutte le vittime del COVID-19, in segno di cordoglio e vicinanza alle zone più colpite dalla pandemia.

Sono stati i sindaci italiani a proporre l'iniziativa, con la bandiera italiana a mezz'asta esposta su tutti gli edifici pubblici e loro con la fascia tricolore davanti al municipio in silenzio "in segno di solidarietà con tutte le comunità che stanno pagando il prezzo più alto".

​Anche il Vaticano ha esposto le bandiere a mezz'asta in solidarietà con la situazione con l'epidemia del coronavirus in Italia.

“Nella giornata di oggi, in solidarietà con l'Italia, la Santa Sede esporrà le bandiere a mezz'asta, a lutto, per esprimere la propria vicinanza alle vittime della pandemia in Italia e nel mondo, alle loro famiglie e a quanti generosamente lottano per porvi fine”. Lo dichiara il direttore della Sala stampa vaticana, Matteo Bruni.

In precedenza la Santa Sede aveva comunicato che Papa Francesco aveva fatto un tampone per verificare un eventuale contagio al Covid-19 dopo che un monsignore residente a Santa Marta, la stessa struttura dove risiede il Papa, era risultato positivo al coronavirus.

Il coronavirus in Italia

Il nuovo ceppo di coronavirus ha provocato fino ad ora 11,591 morti in Italia su un totale di 101,739 casi. In questo momento sono 75,528 i casi attivi tra i quali 3981 gravi. Per adesso sono 14,620 le persone che si sono riprese dal virus.

​Gli aiuti russi

La Russia, sulla base di un accordo stipulato tra il Premier Giuseppe Conte e il presidente russo Vladimir Putin, ha inviato specialisti e medici militari dell'esercito per aiutare l'Italia nella lotta alla pandemia COVID-19.

I militari russi, giunti a Pratica di Mare per mezzo di aerei da carico militari Il-76, sono dotati di complessi di disinfezione e laboratori mobili, che consentono d'identificare velocemente l'agente causale dell'infezione.

In Cina si torna alla normalità

Nel frattempo in Cina la pandemia sembra essersi fermata, mentre il governo ha reso noto i dati statistici riguardo al riavvio del settore industriale nel Paese.

Circa il 98,6% delle grandi imprese industriali ha ripreso le attività dopo la sospensione della produzione a causa della pandemia del COVID-19, ha affermato Xin Guobin, il viceministro dell'Industria e dell’Informatica cinese.

Il coronavirus nel mondo

In tutto il mondo i casi attivi sono 583,685 su un totale di 783,469 infezioni. Il coronavirus nel mondo fino ad ora ha provocato la morte di 37,846 persone, mentre 165,938 si sono riprese. Ora il paese con più malati sono gli Stati Uniti, seguiti subito da Italia e Spagna, mentre il paese con più decessi resta ancora l'Italia, riporta worldometers.info. 

Tema:
La diffusione del coronavirus in Italia (26 marzo - 3 aprile) (101)

Correlati:

Coronavirus, Trump garantisce 100 milioni di aiuti all’Italia
Coronavirus, Speranza: "Misure estese almeno fino a Pasqua"
Sirchia sul coronavirus: "Costringerà questi governi al soldo della finanza a cambiare rotta"
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook