21:10 02 Dicembre 2020
Mondo
URL abbreviato
341
Seguici su

Il “paziente zero della Downing Street” che ha dato l’inizio al contagio dal COVID-19 potrebbe essere stato il negoziatore dell’UE per la Brexit Michel Barnier.

Il diplomatico europeo ha attirato l’attenzione dei giornalisti britannici che hanno tentato di capire chi sia stato a contagiare l’élite politica di Londra, scrive il quotidiano Daily Mail.

Michel Banier è stato sospettato dopo che il 5 marzo ha avuto una riunione con il capo della missione britannica nelle trattative per l'accordo commerciale David Frost, che in seguito è stato messo in autoisolamento, in quanto manifestava “sintomi lievi” della malattia, diventando la prima persona ad aver pensato di essere contagiato del cerchio di contatti del primo ministro del Regno Unito Boris Johnson.

Il giorno prima che iniziasse l’autoisolamento del negoziatore britannico, il suo omologo Barnier ha dichiarato di aver contratto il COVID-19. E’ successo il 19 marzo, ovvero entro il periodo dell’incubazione del virus.

Dopo David Frost, altri alti funzionari britannici hanno iniziato di svolgere le proprie mansioni da casa. Venerdì scorso è arrivata la notizia del risultato positivo al test del COVID-19 da parte di Boris Johnson.

In Gran Bretagna il numero totale dei casi di contagio dal Coronavirus ammonta a 19.522, tra cui 18.159 positivi, 135 guariti e 1.228 deceduti.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook