09:03 29 Maggio 2020
Mondo
URL abbreviato
151
Seguici su

Un gruppo di ricercatori del MOSAIC ( Multidisciplinary drifting Observatory for the Study of the Arctic Climate) è rimasto bloccato a bordo della nave da ricerca Polarstern a causa della chiusura delle frontiere dovuta alla pandemia di Covid-19.

Gli scienziati si trovano lì per studiare gli effetti del riscaldamento globale sulla regione dell'Artico e a metà aprile, al termine di un periodo di sei settimane di ricerca, sarebbero dovuti rientrare a casa per essere sostituiti da un equipe norvegese proveniente da Svalbard.

A causa della situazione legata alla pandemia di Covid-19 e alla decisione del governo di Oslo di chiudere i confini, la staffetta non potrà essere effettuata e il team attualmente al lavoro sarà costretto a rimanere nell'Artico.

"Le persone a  bordo della Polarstern sono al sicuro, sono in un ambiente decontaminato e hanno tutte le provviste di cui hanno bisogno. Sono concentrati sul loro lavoro scientifico", ha dichiarato il capo della spedizione Markus Rex.

Il progetto MOSAIC vede coinvolte oltre 60 istituzioni di 19 diversi Paesi per un totale di circa 600 scienziati. La missione nell'Artico ha avuto inizio nel settembre 2019.

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook