16:27 01 Giugno 2020
Mondo
URL abbreviato
Infezione di coronavirus diventa pandemia (23-30 marzo) (117)
148
Seguici su

La Turchia ha deciso di varare nuove misure per limitare la diffusione del nuovo coronavirus cinese, imponendo la chiusura delle frontiere e limitando la circolazione dei cittadini all'interno del Paese. Ad annunciarlo è il presidente Erdogan.

Nella notte, in un discorso rivolto alla nazione, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha annunciato la chiusura totale delle frontiere del Paese per far fronte all'epidemia di Covid-19.

Bloccati dunque tutti i voli internazionali in partenza e in arrivo e chiusi i confini terrestri per limitare la propagazione del nuovo coronavirus cinese.

Tra le varie misure di contenimento, verranno imposte anche delle limitazioni agli spostamenti dei cittadini nei comuni interni del Paese che, come già avviene altrove, potranno essere effettuati solo se in possesso di specifici permessi per ragioni di comprovata necessità, che dovranno essere concessi dalle prefetture.

Previsto poi un piano di ricollocamento dei circa 6000 migranti da settimane accampati al confine con la Grecia, in attesa di un possibile approdo in territorio europeo.

In precedenza il governo aveva già disposto la cancellazione dei collegamenti aerei con decine di Paesi, tra cui l’Italia, e la chiusura delle frontiere terrestri con Grecia, Bulgaria, Georgia, Iran e Iraq. 

Stando ai dati riportati nelle scorse ore dal governo turco, sono 3269 i casi confermati di contagio da Covid-19 nel Paese, mentre il bilancio delle vittime sarebbe pari a 75. Nella notte, inoltre, il presidente Erdogan ha annunciato la chiusura totale delle frontiere.

Tema:
Infezione di coronavirus diventa pandemia (23-30 marzo) (117)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook