09:56 05 Giugno 2020
Mondo
URL abbreviato
212
Seguici su

Per paura di una possibile pandemia, la Turchia ha disposto il trasferimento dei migranti ammassati da settimane al confine con la Grecia

Il governo di Ankara ha disposto l'evacuazione dei circa 6000 migranti da settimane accampati al confine con la Grecia in attesa del semaforo verde per poter entrare in territorio europeo.

I profughi, si legge in una nota del Ministero degli Interni turco, saranno ricollocati in diverse città della Turchia al fine di evitare un'epidemia di coronavirus che potrebbe avere conseguenze disastrose.

La maggior parte dei migranti saranno trasportati con degli autobus messi a disposizione dal governo e alloggeranno in strutture statali, venendo sottoposti ad un regime di quarantena totale.

Lo scorso in Turchia migliaia di migranti, provenienti per la maggior parte dalla Siria, si sono riversati verso il confine greco dopo che il presidente Recep Tayyip Erdogan ha annunciato che Ankara non avrebbe più tenuto "le porte chiuse" ai profughi che avessero voluto andare in Europa.

Stando ai dati riportati nelle scorse ore dal governo turco, sono 3269 i casi confermati di contagio da Covid-19 nel Paese, mentre il bilancio delle vittime sarebbe pari a 75. Nella notte, inoltre, il presidente Erdogan ha annunciato la chiusura totale delle frontiere.
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook