12:17 20 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 101
Seguici su

"Non sarà soltanto il vaccino ad aiutarci a combattere il virus, ma anche il lavoro di screening, la profilassi e l'esperienza degli altri Paesi".

Kirill Dmitriev, direttore del Fondo russo per gli investimenti diretti, in un'intervista a Sputnik, ha rivelato che i nuovi test di produzione russa per il Covid-19 saranno in grado di fornire un'importante contributo alla lotta al coronavirus in molti Paesi del mondo.

I nuovi tamponi, che sono stati elaborati in collaborazione con partner russi ed esteri, vengono già impiegati con successo in diverse cliniche russe e molto presto saranno esportati anche all'estero:

"Lavoriamo con fondi importanti, con investitori e aziende di 17 Paesi e ciò ha avuto un ruolo fondamentale affinché potessimo avere informazioni sulla situazione relativa all'epidemia in Cina. Siamo stati i primi a portare i test cinesi della BGI in Russia, li abbiamo forniti all'Agenzia federale russa per la difesa dei consumatori (Rospotrebnadzor, ndr) e all'Agenzia federale di ricerca biomedica. In questo modo, i nostri colleghi hanno potuto mettere a confronto i test realizzati in Russia con quelli cinesi.

Indubbiamente, per la risolvere la crisi legata al coronavirus è necessario che tutti i Paesi lavorino insieme. Il nostro test di produzione russo-giapponese è un'importante esempio di tale collaborazione; lavoriamo attivamente con la Cina e anche con gli Stati Uniti. Bisogna lasciare da parte le differenze di vedute in ambito geopolitico con l'Europa e gli USA e combattere tutti insieme il virus", ha chiarito Dmitriev

I test per il coronavirus

La scorsa settimana il Fondo russo per gli investimenti diretti ha annunciato di aver portato a termine la realizzazione di un nuovo sistema di testing per il Covid-19 che ha già ricevuto l'approvazione per l'utilizzo in Russia.

Il nuovo tampone, che è stato creato in collaborazione con la giapponese Mirai Genomics, è già ampiamente utilizzato in diverse strutture mediche e laboratori russi e presto potrebbe ricevere le certificazioni per l'Austria e gli Stati Uniti.

"Credo che la nostra tecnologia verrà resa utilizzabile nei più importanti Paesi", si è detto certo Dmitriev. 

Quanto ci vorrà per avere il risultato del tampone?

Come spiegato dal rappresentante del Fondo per gli investimenti diretti, ad oggi sono stati realizzati tre prodotti sulla base della nuova tecnologia:

"Il primo è una soluzione per i laboratori che effettuano i test PCR. Potranno utilizzare il nostro dispositivo, potendo così ricevere un responso in 30 minuti e non in due ore.

Il secondo è un dispositivo mobile, che potrà essere adoperato nelle aziende, negli aeroporti per eseguire dei tamponi in loco, permettendo di testare fino a 20 persone in un'ora.

Il terzo, invece, è un sistema di testing di massa, che permetterà di effettuare oltre 5.000 tamponi al giorno. Quest'ultima macchina sarà a disposizione nel giro di un mese. Verrà adoperata in Russia e sarà proposta anche sui mercati internazionale", ha concluso Dmitriev. 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook