11:22 08 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
5300
Seguici su

L'Iran è uno dei Paesi maggiormente colpiti dalla pandemia di Covid-19, con oltre 20.000 positività e 1500 decessi.

L'Ayatollah Ali Khamenei ha riferito che gli Stati Uniti hanno offerto degli aiuti alla Repubblica Islamica dell'Iran per combattere l'epidemia di coronavirus.

Allo stesso tempo, in un intervento alla TV di stato, la guida spirituale iraniana ha sollevato dei dubbi circa le intenzioni di Washington che, nel corso di questa settimana, si sono rifiutati di rimuovere le sanzioni imposte a Teheran, nonostante l'Iran sia una delle nazioni maggiormente colpite dal Covid-19:

"Gli americani ci hanno già offerto diverse volte aiuti per contenere il virus. Al di là dei nostri sospetti che il virus possa essere stato creato dall'America, la loro offerta è strana dal momento che loro stessi hanno delle carenze nella lotta al virus", sono state le parole di Khamenei.

Nei giorni scorsi gli USA hanno confermato la propria volontà di mantenere una politica di massima pressione sull'Iran, a dispetto del numero crescente di contagi da coronavirus in questa nazione.

Russia e Cina, contestualmente, hanno ufficialmente richiesto a Washington di allentare la presa su Teheran, ritirando le misure restrittive unilaterali imposte a partire dal maggio 2018.

Ad oggi in Iran sono oltre 20.000 i casi di contagio da Covid-19 accertati, mentre il bilancio delle vittime è salito sopra quota 1500. 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook