04:06 31 Marzo 2020
Mondo
URL abbreviato
876
Seguici su

Uno dei principali rivenditori di armi da fuoco negli USA ha fatto segnare degli incrementi da record del proprio giro d'affari e il motivo potrebbe essere proprio l'epidemia da Covid-19.

Tra i settori che potrebbero risentire di meno del contraccolpo economico del coronavirus, almeno negli Stati Uniti, sembrerebbe esserci quello delle armi da fuoco che, in questo periodo di pandemia, ha fatto registrato un'impennata record.

Stando ai dati riportati dall'emittente ABC, ammo.com, uno dei maggiori rivenditori di armi da fuoco negli states, avrebbe incrementato il proprio giro d'affari del 309% nel solo mese di febbraio, con un incremento degli ordini che ha raggiunto invece il 222%.

Contattati, i rappresentanti dell'azienda hanno spiegato che un aumento di queste dimensioni è da considerarsi un evento "senza precedenti" anche per il mercato americano.

Per ABC, il repentino incremento della domanda nel settore è da ascrivere al fatto che le forze di polizia, in questo periodo di crisi, sarà costretta per forza di cose ad allentare la presa e questo avrebbe portato la popolazione a dotarsi di un'arma.

Negli Stati Uniti sono stati segnalati finora oltre 25.000 casi di contagio da coronavirus, mentre il bilancio delle vittime è salito a oltre 300.

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook