08:21 09 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
Infezione di coronavirus diventa pandemia (23-30 marzo) (117)
213
Seguici su

Il membro del Parlamento europeo, l’esponente dell’Organizzazione Rivoluzionaria Interna Macedone - Movimento Nazionale Bulgaro (IMRO-BNM), Angel Dzhambazki, ha esortato le autorità bulgare ad introdurre i controlli di accesso ai campi rom, come misura di contrasto alla diffusione del Coronavirus.

Secondo il politico, se è stata chiusa per l'ingresso e l'uscita la stazione sciistica di Bansko, le stesse misure di emergenza devono essere applicate ai luoghi dove vivono gli zingari.

“Nelle azioni del Centro gestione emergenze e del Governo, che nel resto dimostrano un comportamento da burocrati, solo una cosa mi resta incomprensibile: i consorti deceduti dal COVID-19 all’Ospedale Pirogov di Sofia erano ospiti ad una festa in uno dei campi rom”, si legge in un comunicato di Dzhambazki, reso noto sul sito web del partito.

L’eurodeputato ha sottolineato che per le autorità e per i medici non deve far differenza il colore della pelle di una persona e la sua etnia.

“... deve essere proprio così. Però immaginate se i campi si rivelassero dei focolai del contagio. Centinaia di persone vivono lì in cattive condizioni di vita, non hanno possibilità di rispettare neanche le regole base di igiene, per non parlare delle regole in vigore durante la pandemia. Gran parte dei bulgari recentemente tornati dall'Italia e dalla Spagna vivono lì", ha detto Dzhambazki.

"Sì, in questi momenti è giusto non dividere le persone per etnia e luogo di residenza. Eppure vorrei ricordare che stiamo parlando di una parte della popolazione per cui è più difficile abituarsi alle responsabilità, e di questo noi di IMRO-BNM parliamo da diversi anni. Le amministrazioni di alcune località hanno iniziato ad introdurre parzialmente il controllo degli accessi nel ghetto. Tale idea è nata nel quartiere Vostochny a Plovdiv (al sud del paese). È giunto il momento di renderlo una misura ufficiale in tutto il paese”, ha affermato il politico.

In Bulgaria sono stati registrati 94 casi di contagio dal COVID-19, inclusi tre decessi.

IMRO-BNM è un partito di parlamento bulgaro che dispone di 11 seggi (dei 240) nell’Assamblea nazionale del Paese. Due parlamentari del partito, Angel Dzhambazki e Andrey Slabakov, fanno parte del gruppo di conservatori e riformisti europei al Parlamento europeo.

Tema:
Infezione di coronavirus diventa pandemia (23-30 marzo) (117)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook