01:02 09 Aprile 2020
Mondo
URL abbreviato
0 20
Seguici su

La Lufthansa, per far fronte all'emergenza economica causata dall'epidemia di Covid-19, si prepara a mettere in naftalina la quasi totalità della propria flotta.

Alla luce dell'epidemia di coronavirus e con perdite che solo per lo scorso mese hanno toccato i due miliardi di euro, la Lufthansa si prepara ad una ristrutturazione complessiva del proprio piano industriale.

Il CEO della compagnia, Carsten Spohr, ha rivelato a Bloomberg che la più grande compagnia aerea in Europa ha intenzione di ridurre drasticamente il numero dei voli effettuati, con tagli che potrebbero arrivare fino al 95%.4

"Il coronavirus ha posto l'economia globale e la nostra stessa azienda in uno stato di emergenza senza precedenti. Nessuno può prevederne le conseguenze. Dobbiamo contrastare questa situazione eccezionale con delle misure drastiche e, a volte, dolorose", ha spiegato Spohr.

Tali misure draconiane porteranno di fatto Lufthansa a mettere in naftalina la stragrande maggioranza della propria flotta e a lasciare a casa un gran numero di dipendenti, riportando la compagnia indietro nel tempo di quasi 70 anni.

Secondo il CEO di Lufthansa, questa pandemia potrebbe avere dei risvolti così negativi da determinare una crisi sistemica all'interno del settore dei trasporti aerei, dalla quale potrebbe essere molto difficile uscire senza sostegni statali.

"Più la crisi durerà, più sono le probabilità che l'aviazione non possa uscirne senza l'aiuto dello stato", ha concluso Spohr.

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook