19:30 26 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 14
Seguici su

La situazione nel sistema penitenziario svedese è stata descritta come "grave", con centinaia di detenuti che condividono stanze e letti a castello e centinaia di detenuti in fila per scontare la pena. Per inciso, circa il 30% dei detenuti sono stranieri.

Per alleviare il problema del sovraffollamento delle prigioni, la Svezia prevede di inviare più cittadini stranieri nei rispettivi Paesi di origine per scontare le loro pene.

Il governo ha proposto una modifica legislativa per facilitare il trasferimento di detenuti in altri paesi.

"Le carceri sono sovraffollate, quindi è ragionevole che più di coloro che non sono cittadini svedesi scontino effettivamente le loro pene detentive nei loro paesi d'origine", ha detto al ministro dell'Interno Mikael Damberg del partito socialdemocratico al potere, l'emittente nazionale SVT.

Ha sottolineato l'urgenza del Servizio di detenzione e di libertà vigilata e dei tribunali di accelerare il processo. In base alle modifiche proposte, nei casi in cui la persona condannata ha acconsentito al trasferimento in un altro paese, non dovrebbe più essere possibile presentare ricorso contro la decisione.

La modifica proposta è inclusa, tra l'altro, nelle norme dell'UE sull'esecuzione delle pene detentive entrate in vigore nel 2015.

“Vediamo che oggi ci sono circa 400 cittadini dell'UE provenienti da paesi al di fuori dei paesi nordici nelle carceri svedesi. Molti di loro avrebbero potuto essere trasferiti nei loro paesi di origine e scontare le loro pene lì ”, ha detto Mikael Damberg.

Secondo Damberg, la situazione con accordi conclusi che consentono il trasferimento dei prigionieri sta gradualmente migliorando.

"Storicamente abbiamo avuto problemi con alcuni paesi, ma ad esempio la Romania ha migliorato le condizioni nelle sue prigioni in modo che ora sia completamente possibile trasferirvi lì. Abbiamo anche una collaborazione costante con la Polonia e la Lituania affinché accettino anche pene detentive più brevi, quindi vediamo che sta andando nella giusta direzione ”, ha affermato Mikael Damberg.

La situazione nelle carceri svedesi è stata precedentemente descritta come grave, con centinaia di detenuti che condividono stanze e letti a castello e altre centinaia di detenuti in fila per scontare la pena.

Secondo il servizio penitenziario e di prigione svedese, dal 1 ° ottobre 2018 sono stati registrati in totale 4.393 detenuti nelle carceri del paese. Circa 1.319 o circa il 30% di loro non era di cittadinanza svedese.

Correlati:

Coronavirus, la Svezia è in crisi: cure solo a chi ha probabilità di sopravvivere
Svezia: faceva circoncisioni con pistola saldatrice senza anestesia, indagato siriano
Coronavirus in Svezia, capo Agenzia per la Sanità: "inutile conteggio dei contagiati"
Tags:
Prigione, Svezia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook