16:16 28 Marzo 2020
Mondo
URL abbreviato
Infezione di coronavirus diventa pandemia (16-23 marzo) (95)
414
Seguici su

Boris Johnson ha dichiarato lunedì sera: “Ora è il momento per tutti di interrompere i contatti non essenziali con gli altri e di interrompere tutti i viaggi non necessari. Dovresti evitare pub, club, teatri e altri luoghi simili". Ma suo padre lo ha contraddetto direttamente in diretta televisiva.

Il padre del Primo Ministro britannico, Stanley Johnson, ha promesso di continuare ad andare al pub nonostante i consigli dati dal governo del figlio sulle distanze da tenere a causa del coronavirus.

Intervistato dal vivo su ITV's This Morning, Stanley Johnson, 79 anni, è stato invitato a isolarsi e a smettere di andare in luoghi pubblici alla luce dei consigli del governo emessi lunedì 16 marzo.

"Se devo andare in un pub, ovviamente andrò in un pub", ha detto.

Vanessa Feltz, collega ospite dello studio, gli ha chiesto perché avesse "bisogno" di andare al pub e il signor Johnson ha detto che sarebbe stato un male per i pub se avessero improvvisamente smesso di ricevere clienti.

I commenti di Johnson hanno scatenato una furiosa reazione sui social media.

Alcune persone hanno sostenuto la sua posizione "nulla è cambiato", ma molti altri hanno affermato che era fuori dal mondo e un privilegiato dalla ricchezza e dalla protezione dell'assicurazione sanitaria privata.

Tema:
Infezione di coronavirus diventa pandemia (16-23 marzo) (95)

Correlati:

Brexit party! Boris Johnson organizza una serata a Downing Street per festeggiare la Brexit
Boris Johnson accelera su nuovo sistema d’immigrazione a punti
Boris Johnson concede a Huawei ruolo limitato in appalti 5G in Regno Unito
Tags:
Boris Johnson
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook