16:54 28 Marzo 2020
Mondo
URL abbreviato
Infezione di coronavirus diventa pandemia (16-23 marzo) (96)
110
Seguici su

Le regole del popolare spettacolo televisivo parlano chiaro – niente informazioni dal mondo esterno se non per questioni familiari gravi. Per cui in diversi Paesi del mondo i partecipanti al format ideato da John de Mol sono rimasti ignari del coronavirus e protagonisti di una situazione paradossale.

E’ successo in Germania, Brasile, Canada e anche da noi in Italia con la variante Grande Fratello Vip. Protagonisti isolati all’interno di una casa, convinti di essere loro gli unici a vivere quella situazione.

In Canada ad alcuni è venuto il sospetto quando uno dei concorrenti è uscito dalla casa e non si sono sentite le consuete grida degli spettatori all’esterno. Com’è che non ci sono spettatori? Si sono chiesti.

In Brasile i concorrenti si sono trasferiti nella casa a gennaio, al tempo si parlava appena di qualcosa di strano che stava succedendo in Cina, sono ancora lì e non sanno che il mondo nel frattempo è già cambiato.

Da noi in Italia è stata presa una decisione più umana, come da indole, e i concorrenti del Grande Fratello Vip sono stati avvertiti. Anche la produzione ha preso le sue decisioni e la serie chiuderà a breve stando a quanto comunicato.

In Germania invece niente, i partecipanti isolati dal 6 febbraio sono rimasti ignari dell’evoluzione della crisi e pensano di essere loro quelli in ‘quarantena’ non sapendo invece di essere per paradosso praticamente gli unici a godere ancora delle massime libertà.

I produttori dello spettacolo, per il canale televisivo Sat.1, hanno difeso la decisione di non informare i coinquilini sulla crisi in atto nel mondo esterno, dicendo al quotidiano tedesco Süddeutsche Zeitung che il blackout informativo sarebbe stato eliminato solo in determinate circostanze, come malattia di un membro della famiglia.

Dopo il tumulto sui social media che questa decisione aveva suscitato, Sat.1 ha cambiato posizione e ha annunciato un episodio speciale dal vivo, in onda prima della normale puntata alle 19:00 di martedì sera, in cui i ragazzi verranno informati della crescente crisi.

Gli sarà data la possibilità di porre domande sullo stato della nazione, nonché di ricevere messaggi video dai loro parenti.

Umanità? Buon senso? O solo la solita questione di audience? Vedere dal vivo che faccia fanno quando gli dicono che in realtà non erano loro quelli costretti e segregati in casa.
Tema:
Infezione di coronavirus diventa pandemia (16-23 marzo) (96)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook