19:29 07 Aprile 2020
Mondo
URL abbreviato
Infezione di coronavirus diventa pandemia (16-23 marzo) (96)
162
Seguici su

La Turchia ha identificato 93 sospetti che hanno pubblicato dei post "infondati e provocatori" sui social network sull'epidemia di coronavirus e ne ha arrestati 19, ha affermato il ministero degli Interni turco.

Gli arresti sono stati condotti dopo che la Turchia ha chiuso bar, luoghi di intrattenimento e sportivi, sospeso preghiere di massa nelle moschee ed esteso un divieto di volo a 20 paesi per contenere la diffusione del coronavirus, mentre il numero di casi confermati è salito a 47.

Secondo il Ministero degli Affari Interni, queste persone sono state arrestate "a causa di pubblicazioni inaffidabili e provocatorie sui social network in relazione all'epidemia di coronovirus nel paese, volte a fuorviare i cittadini, aumentando il panico e la paura nella società", riporta Ahaber.

"Diciannove di questi sospetti sono stati arrestati e continua l'arresto di altri che sono stati identificati ", ha detto la dichiarazione, ha dichiarato il ministero lunedì.

Mercoledì scorso, la Turchia è diventata l'ultima grande economia a segnalare una epidemia di coronavirus e il ministro della Sanità Fahrettin Koca ha annunciato altri 29 casi confermati, portando il totale a 47. Non sono stati riportati decessi.

L'ufficio del governatore di Istanbul ha dichiarato lunedì che i cittadini turchi che chiedono l'evacuazione da nove paesi europei sarebbero stati prelevati entro la mezzanotte del 17 marzo a condizione che fossero messi in quarantena per 14 giorni. 

Tema:
Infezione di coronavirus diventa pandemia (16-23 marzo) (96)

Correlati:

La Turchia entra a far parte dei primi cinque maggiori importatori di armi russe
Coronavirus USA, Trump ammette: ‘La situazione non è sotto controllo’
Turchia giudica positivo primo pattugliamento congiunto con forze russe ad Idlib
Tags:
Turchia, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook