09:00 10 Aprile 2020
Mondo
URL abbreviato
361
Seguici su

La pandemia COVID-19 ha finora infettato oltre 190.000 persone in tutto il mondo, secondo l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS). Diversi paesi hanno vietato riunioni, meeting e assembramenti e hanno consigliato di rimanere al chiuso il più possibile.

Con le persone di tutto il mondo che restano al chiuso in mezzo allo scoppio del coronavirus, uno dei più grandi siti porno al mondo ha colto l'occasione per offrire il loro pacchetto premium gratuitamente agli italiani colpiti da virus.

Tuttavia, sembra che la pandemia abbia influenzato anche il business del porno, in quanto un importante gruppo commerciale ha chiesto una sospensione volontaria di due settimane alla produzione di nuovi film per adulti che potrebbero generare un traffico minore per i siti Web in tutto il Nord America.

La richiesta è arrivata dalla Free Speech Coalition (FSC), un'associazione commerciale senza scopo di lucro del settore della pornografia e dell'intrattenimento per adulti negli Stati Uniti, dopo che l'agenzia federale Centers for Disease Control and Prevention ha consigliato alle persone in tutta la nazione di annullare o posticipare riunioni di più di 50 persone.

"Chiediamo ai produttori di annullare tutte le riprese fino al 31 marzo e raccomandiamo agli artisti di interrompere immediatamente le riprese con i partner che non fanno parte della loro famiglia", ha affermato l'FSC in una nota.

La richiesta di chiusura riguarda circa 2.000 artisti e la maggior parte delle società di produzione porno in Nord America che usano il sistema di test PASS della FSC, che tiene sotto controllo le infezioni trasmesse sessualmente, ha detto il direttore delle comunicazioni della FSC Mike Stabile a BuzzFeed News.

Correlati:

L'idea di xHamster per chi è in quarantena: porno gratis, anche in Italia
Porno-scandalo Griveaux: per Pavlensky in Francia non c'è libertà di parola - Video
Scandalo municipali a Parigi: artista russo rivendica diffusione video porno del candidato di Macron
Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook