12:15 03 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)
2101
Seguici su

L'elevata letalità del coronavirus in Italia è dovuta al gran numero di anziani e alla scarsa consapevolezza dei sintomi della malattia.

Lo ha affermato in un'intervista con il media russo Rbk la rappresentante dell'Organizzazione Mondiale della Sanità in Russia Melita Vujnovic.

"Lì, a quanto pare, molte persone si sono ammalate subito, ma al momento non è chiaro come sia accaduto, al momento stanno conducendo indagini insieme agli esperti", ha dichiarato la Vujnović, commentando la situazione con i numerosi focolai di coronavirus in Italia dove, secondo gli ultimi dati, sono morte più di 1.800 persone.

"Le persone semplicemente non riuscivano a rendersi conto di essere malate, non riconoscevano i sintomi e dove rivolgersi", ha aggiunto.

La Vujnović ha osservato che in alcuni Paesi nella fascia di età superiore agli 80 anni, la letalità per coronavirus può raggiungere il 14 percento. Inoltre, nei bambini, di norma, la malattia procede in una forma lieve e decorre come un'infezione respiratoria acuta.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) l'11 marzo ha dichiarato che è una pandemia la diffusione del nuovo coronavirus Covid-19.

Più di 160mila persone in 142 Paesi sono già state infettate nel mondo secondo gli ultimi dati: la maggior parte di loro è guarita, mentre oltre 6.000 persone sono decedute.

Tema:
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)
Tags:
Italia, OMS
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook