19:30 30 Marzo 2020
Mondo
URL abbreviato
161
Seguici su

La Polonia è disposta ad inviare in Grecia 100 guardie di frontiera e 100 poliziotti per il soccorso alle forze dell’ordine greche al confine con la Turchia. Lo ha annunciato l’Ambasciata della Polonia in Grecia tramite un post su Twitter.

La situazione al confine tra la Turchia e la Grecia è deteriorata dopo la decisione di Ankara di “aprire le porte dell’Europa ai rifugiati”. Dopo l’escalation delle tensioni nella provincia siriana Idlib, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha affermato che il Paese non è più in grado di trattenere i flussi dei migranti.

“Il ministro degli Interni della Repubblica di Polonia Mariusz Kaminski ha dichiarato la disponibilità di inviare in Grecia 100 guardie di frontiera e 100 poliziotti polacchi come supporto per i servizi locali al confine greco turco”, riferisce il comunicato.

L’intenzione di schierare l’esercito per contrastare l’ingresso clandestino ai rifugiati è stata già espressa da Serbia e Bulgaria.

Lo scorso 6 marzo il presidente turco Erdogan ha avuto un colloquio telefonico con il cancelliere tedesco Angela Merkel, in cui ha accennato la necessità di rivedere gli accordi sui rifugiati ed ha accusato la la Grecia del mancato rispetto dei diritti dei rifugiati e di violazione delle norme internazionali sull'accoglienza dei migranti.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook