19:34 30 Marzo 2020
Mondo
URL abbreviato
1124
Seguici su

Il capo della Folkhälsomyndigheten svedese (Agenzia per la Sanità Pubblica nazionale), l’epidemiologo Anders Tegnell ha dichiarato che monitorare il numero preciso dei casi di contagio del Coronavirus nel Paese al momento non ha senso.

"Questo succede sempre nei casi di maggiori pandemie – il numero reale degli ammalati è molto più alto di quello dei casi accertati. E' impossibile ed è inutile cercare di rilevare il numero esatto dei contagiati. In tale caso bisogna usufruire strategie diverse", ha detto l’epidemiologo in un’intervista a Sveriges Radio.

Tegnell ha spiegato che nella situazione attuale è necessario focalizzarsi sulla tutela dei gruppi più vulnerabili della popolazione.

"Ciò significa, ad esempio, che bisogna fare tamponi a tutte le persone in gravi condizioni, che rimangono negli ospedali, per eventuale isolamento di essi. Inoltre, maggiori risorse devono essere dirette ai test del personale che lavora con le persone anziane", ha affermato Tegnell.

L’Agenzia per la Sanità Pubblica della Svezia ha confermato il livello di rischio per il Coronavirus più alto. E’ avvenuto ieri 11 marzo, quando le autorità hanno constatato il primo decesso causato dal COVID-19. Il numero dei contagiati accertati nella Svezia oggi ha raggiunto 557. Il governo ha introdotto il divieto di eventi pubblici con partecipazione di oltre 500 persone. Coloro che hanno anche minimi sintomi respiratori sono invitati a rimanere a casa ed evitare contatti con altre persone.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook