02:04 08 Aprile 2020
Mondo
URL abbreviato
6111
Seguici su

L'Arabia Saudita è pronta a triplicare il volume delle forniture di petrolio in Europa ad un prezzo molto inferiore rispetto a quello russo, riferisce Bloomberg citando fonti ben informate.

Secondo quanto riferito dall'agenzia Bloomberg, le forniture di petrolio dal regno, in combinazione con sconti senza precedenti, stanno trasformando il mercato europeo nella più importante area di ridistribuzione degli interessi nella guerra dei prezzi tra Riyad e Mosca.

"L'Arabia Saudita offre la sua principale marca di petrolio Arab Light con consegna a Rotterdam per un prezzo di circa 25 dollari a barile, un enorme sconto rispetto al prezzo del petrolio russo Urals", notifica l'agenzia.

Come hanno detto le fonti, le raffinerie europee, comprese le aziende come Royal Dutch Shell, BP, Total, OMV, Repsol e Cepsa, hanno ricevuto offerte dalla Saudi Aramco per limiti di fornitura di petrolio che superano di gran lunga i volumi tradizionali.

"La gamma di volume di forniture aggiuntive era dal 25% al 200%, a seconda della società", ha detto l'agenzia.

L'aumento dei volumi, noto nel settore come nomination, è stato confermato da Aramco alle compagnie petrolifere europee mercoledì, hanno detto le stesse fonti a Bloomberg, chiedendo di rimanere nell'anonimato data la discussione di informazioni private. Uno dei principali raffinatori europei ha ottenuto il doppio della sua allocazione normale, ha detto una persona a conoscenza della questione.

Inoltre, la società statale Saudita ha in precedenza riferito di aver ricevuto una direttiva dal Ministero dell'energia del Regno di aumentare la capacità produttiva fino a 12 milioni di barili al giorno.

Fallimento della proposta dell'OPEC

Il 6 marzo i paesi dell'OPEC non sono riusciti a concordare la modifica dei parametri della transazione per ridurre la produzione di petrolio o la sua estensione.

Il ministro dell'energia Alexander Novak ha detto che Mosca non ha accettato la proposta di ridurre ulteriormente la produzione a causa della diffusione del coronavirus: la Russia ha offerto di mantenere le condizioni esistenti e l'Arabia Saudita di ridurre ulteriormente la produzione di petrolio.

Di conseguenza, dal 1 ° aprile vengono rimosse le restrizioni di estrazione nei paesi membri della precedente alleanza. Ciò ha causato un crollo del mercato, con il crollo dei prezzi del 30% lunedì. A partire dalle 08:00 di giovedì, orario di Mosca, il prezzo dei future di maggio per la miscela Brent è sceso a 34,12 dollari al barile. Il costo dei future di aprile sul petrolio greggio WTI è sceso a 31,45 dollari al barile.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook