00:10 06 Dicembre 2020
Mondo
URL abbreviato
Coronavirus - 2020 (fine gennaio - 20 marzo) (374)
172
Seguici su

Sigillare i confini della Germania per prevenire la diffusione del coronavirus non funzionerebbe, ha dichiarato oggi il Ministro della Salute Jens Spahn, respingendo le chiamate a seguire la vicina Austria nel negare l'ingresso agli italiani.

Intervistato alla radio Deutschlandfunk, Spahn ha affermato che il focus dell'attuale approccio tedesco all'epidemia è stato quello di rallentare la diffusione del virus per ridurre al minimo il picco di carico sul sistema sanitario del Paese.

“Il virus è in Germania, è in Europa. Questo è il pensiero a cui dobbiamo abituarci", ha detto. “Si diffonderà comunque anche chiudendo tutti i confini. Prima o poi dovresti comunque far entrare o uscire le persone e quindi ricomincierebbe a diffondersi da capo”.

Secondo lo stesso Ministro gli esperti tedeschi stimano che il tasso di mortalità del virus in un sistema sanitario avanzato come la Germania sia tra lo 0,1% e lo 0,7%. Sebbene la Germania abbia il maggior numero di posti in terapia intensiva d’Europa, anche il suo sistama sanitario potrebbe finire rapidamente travolto se il virus si diffondesse troppo rapidamente.

Per evitare ciò, grandi eventi come le partite di calcio dovrebbero venire annullati, ha detto. Le persone dovrebbero essere consapevoli del fatto che i loro comportamenti possono essere responsabili della diffusione della malattia. Quindi il Ministro ha suggerito meno concerti, viaggi, cinema nonché fare attenzione ai contatti con genitori e nonni che sono i più vulnerabili a causa dell’età.

Spahn ha infine descritto come “sorprendente” la decisione di non annullare la partita di calcio tra Union Berlin e Bayern Monaco di sabato a Berlino.

La posizione del Ministro tedesco sostenuta durante l’intera intervista è stata molto chiara e può essere riassunta nel sueguente passaggio chiave:

“Dobbiamo fare tutto il possibile per prevenire misure drastiche come quelle in Italia. Il coronavirus è particolarmente pericoloso per le persone di età superiore ai 65 anni con malattie precedenti, poiché può richiedere la medicina di terapia intensiva e la possibile ventilazione artificiale. Un collo di bottiglia che dobbiamo evitare. Pertanto, il decorso della malattia deve essere rallentato in modo che il nostro sistema sanitario possa affrontarlo”.
Tema:
Coronavirus - 2020 (fine gennaio - 20 marzo) (374)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook